Il BIM per la committenza

L‘esempio dell‘Ente Ospedali Galliera

A partire dal maggio 2015, l‘Ente Ospedali Galliera ha potuto riavviare la procedura per la progettazione del Nuovo Ospedale. Il progetto si articola in due lotti: il Lotto 1 prevede la realizzazione di una nuova struttura ospedaliera che sorgerà sulla stessa area di quella esistente; mentre il Lotto2 la ristrutturazione di alcuni padiglioni del complesso monumentale.

L‘Ente si trova dunque a gestire un‘operazione molto complessa, sia dal punto di vista ingegneristico, sia dal punto di vista organizzativo. Non si tratta quindi della semplice costruzione di un nuovo edificio ospedaliero, ma di un’operazione che verrà sviluppata in fasi e che prevederà il mantenimento in servizio dell’Ospedale in tutte le sue funzioni, anche durate la fase di cantiere del nuovo edificio.

La complessità dell‘opera, ha portato la direzione tecnica dell‘Ente ad individuare nella metodologia BIM, il mezzo fondamentale per progettare l’ospedale del terzo millennio e l‘utilizzo del software Solibri Model Checker come strumento per il controllo della qualità e la verifica del progetto prima dell‘apertura del cantiere.Per entrambi i Lotti l‘Ospedale Galliera predisporrà bandi redatti con appositi “contract language” richiedenti l‘utilizzo del Building Information Modeling.

Motivi ed obiettivi che hanno spinto l’Ente a formulare un bando BIM

Gli obiettivi principali che l’Ente vuole perseguire con l’utilizzo del modello BIM del Nuovo Ospedale sono:

  • Controllare visivamente fin dall’inizio l’interazione tra i due lotti e gestire le fasi di transitorio con il supporto della modellazione tridimensionale
  • Migliorare la qualita e lo scambio di informazioni tra le diverse parti coinvolte (progettisti, committente, impresa, fornitori, etc.).
  • Produrre una documentazione di facile lettura e di immediata visualizzazione, utile alla presentazione ed illustrazione del progetto ai non addetti ai lavori.
  • Migliorare l’efficienza nel processo di progettazione e minimizzare il numero di errori progettuali.
  • Assicurare la rispondenza del risultato finale agli obiettivi iniziali.
  • Ottenere un database gia‘ predisposto per la gestione della manutenzione e per il Facility Management.
  • Utilizzare il modello per la pianificazione igienico‐funzionale.

„Il modello BIM sarà sottoposto a procedure codificate di controllo della qualità progettuale, intese sia come controlli della rispondenza dei modelli ai requisiti minimi richiesti nel bando, sia come controlli della rispondenza dei modelli ai requisiti normativi specifici.
Tramite Solibri Model Checker le informazioni contenute e memorizzate all’interno del modello verranno anche utilizzate per il controllo ella gestione e della manutenzione dell’Ospedale. La funzionalità della struttura (edificio e impianti) e il suo eventuale miglioramento prestazionale verranno garantiti attraverso un adeguato piano di manutenzione reso operativo utilizzando il modello BIM.“

Ing. Elisa Spallarossa

S.C. RUP - Nuovo Galliera Dirigente Ingegnere

„Per conseguire gli obiettivi dell’Ente il modello dovrà essere sviluppato ad un livello di dettaglio tale da consentire l’applicazione di procedure codificate per la verifica delle interferenze tra i vari progetti (architettonico, strutturale, impiantistico, elettrico, etc.) prima della loro messa in opera.
Tramite Solibri Model Checker sarà possibile l’identificazione e la risoluzione delle interferenze sul modello, vale a dire in fase di progettazione e validazione prima che sia avviata la fase realizzativa.“

Ing. Elisa Spallarossa

S.C. RUP - Nuovo Galliera Dirigente Ingegnere

Ente

Ing. Bruno Urbina Ezio Nicolas
S.C. RUP – Nuovo Galliera Dirigente Professionale

Ing. Elisa Spallarossa
S.C. RUP – Nuovo Galliera Dirigente Ingegnere