Parallelo Office Building - MILANO

Starching SRL

La storia di un progetto di successo in ogni sua fase: il grattacielo orizzontale di Mario Cucinella Architects diventa occasione per lo studio milanese Starching per mettersi alla prova e superarsi nella progettazione integrata attraverso lo sviluppo del Modello Digitale (BIM) dell’edificio.

Parallelo rappresenta nel panorama milanese, oggi in vertiginosa crescita verticale nei recenti interventi di sviluppo urbano, una rilettura del tutto originale del concetto di grattacielo, dallo sviluppo prevalentemente in senso orizzontale secondo le due direttrici planimetriche che più fortemente identificano il luogo.

Si pone quale nuovo landmark, tagliente e dalla forte personalità,

ma nel tempo stesso ripercorre le dinamiche aggregative tipiche dell’impianto locale delle cascine: lo spazio a livello terreno mantiene il suo carattere urbano e dinamico dove muoversi liberamente fra percorsi pedonali ed aree verdi attorno ai sette scultorei corpi scala che collegano a terra la piattaforma produttivo-terziaria sollevata di 10m dalla quota strada. Questa piastra volante più un solido vetrato su tre livelli a doppia manica, che ripercorre longitudinalmente le direttrici stradali che lo delimitano, con fronti completamente trasparenti verso il contesto. I principali stimoli per Starching per un nuovo approccio alla progettazione esecutiva di questo edificio e, in maniera propositiva, alle fasi di appalto e di Direzione Lavori di cui è stata incaricata, sono stati senz’altro la fitta geometria di linee spezzate, che connotano i volumi di sbarco delle scale a quota strada (secondo il preciso intento dell’architetto Mario Cucinella di conferire un effetto di “equilibrio instabile” alla piattaforma superiore ed un genrale slancio dinamico al livello terra) insieme con la ferma necessità di verificare le ripercussioni spaziali interne dell’imponente travatura reticolare che corre lungo le facciate.

Starching, coinvolta fin dalla fase progettuale preliminare

 impiantistica e strutturale, ha sviluppato lo studio del building partendo da un modello tridimensionale del main concept del suo involucro fornito dallo studio MC A: fin da subito si sono resi necessari approfondimenti sulle interazioni spaziali, allplan-immagine-demo-1impiantistiche e di layout delle travi reticolari Warren di facciata con gli impalcati dei piani intermedi, come pure sullo sviluppo tridimensionale delle baraccature a sostegno dei rivestimenti di aquapanel dei corpi scala e dei volumi a piano terra.

Alle fasi preliminare e definitiva, risolte in tempo molto compressi sorattutto a supporto degli studi specialistici d’impianti e strutture per l’avvio della progettazione e l’ottenimento dei titoli abitativi, è seguito il kick off del BIM, che in questo progetto è stato il supporto tridimensionale per lo sviluppo dell’intero progetto esecutivo per appalto ed addirittura per gli elaborati costruttivi riguardanti le giaciture della struttura di sostegno del rivestimento dell’aquapanel.

Il relativo livello di novità della metodologia BIM, adottata da Starching,

ha richiesto fasi continue di audit del modello per estrarre basi bidimensionali da elaborare nella redazione delle numerose tabole di esecutivo e dettagli costruttivi.

La lavorazione del modello ha visto coinvolte, durante tutto il processo, quattro persone full-time ed ulteriori tre che, part-time, hanno preso parte alla rielaborazione dei contenuti estratti dal Modello Digitale per un totale di circa 5800 ore.

La lavorazione del modello, l’estrazione di contenuti ed il recepimento delle modifiche architettoniche intercorse fra la prima fase esecutiva, lunga quattro mesi, e la seconda, di ulteriori tre, hanno delineato una nuova modalità dii teamwork che, imperniato intorno allo sviluppo del modello stesso, ha impiegato in maniera complementare i membri del gruppo di lavoro, accrescendone competenze specifiche ed ottimizzando la loro cooperazione.

Questa riorganizzazione del lavoro di team all’interno di una società da sempre impegnata in progetti a grande scala rappresenta inevitabilmente una svolta procedurale di assetto interni di enorme portata, poichè sottende un investimento di risorse umane e di tempo nella formazione, per l’adozione della metodologia BIM che genera una brillante gestione della cantierizzazione dell’opera, pressochè priva di richieste di varianti da parte del General Contractor, come nel casi di Parallelo.

La capacità da parte di Starching di esprimere per intero il proprio know-how nella progettazione integrata ad ogni fase all’interno di un modello-contenitore di informazioni è essa stessa un valore aggiunto che la società ha acquisito e su cui punto oggi per sfide progettuali sempre più ambiziose con interlocutori in tutto il mondo.

Per maggiori informazioni

Cliccare quì

Starching SRL

Studio Architettura Ingegneria

TEAM_STARCHING

STARCHING è una società specializzata nella pianificazione, progettazione e realizzazione di interventi di edilizia nei settori terziario, commerciale, residenziale, alberghiero ed ospedaliero Nata nel 1992 come Studio Associato già nel 1999 si trasforma da “Associazione di Professionisti” in “Società di Ingegneria”, grazie ai riconoscimenti ottenuti sul mercato. Le capacità e le specifiche competenze professionali acquisite dal personale di STARCHING  assicurano un approccio interdisciplinare nel settore delle costruzioni, che va dalle valutazioni immobiliari alla consegna dell’opera finita. L’esperienza maturata, le metodologie studiate e gli strumenti di cui si è dotata consentono a STARCHING di affrontare in modo professionale e competitivo progetti e realizzazioni di qualsiasi complessità. Il necessario percorso di modernizzazione della società si sviluppa attraverso l’ottenimento, nel febbraio 2002, della certificazione del proprio sistema di gestione aziendale, conformemente ai requisiti della norma ISO 9001. Nel giugno 2006 STARCHING adotta un software di progettazione BIM (Building Information Modeling), Allplan, che abbraccia tutte le tecniche di progettazione attuali, dal semplice disegno bidimensionale all’elaborazione di modelli architettonici virtuali dell’edificio, con computo metrico integrato. Tutto questo permette allo Staff di presentare i progetti in ogni dettaglio, in modo accattivante e comprensibile a chiunque, ottimizzando così i processi progettuali. Nel luglio 2008, a meno di 10 anni dalla sua trasformazione e nell’ambito del processo di crescita e consolidamento societario, STARCHING vara un’importante modifica organizzativa, decidendo di allargare la partnership alle sue figure interne di maggior responsabilità e rappresentatività.

STARCHING Srl – Ripa di Porta Ticinese 75 – Milano Tel: 02.87283000 wwww.starching.it

Perchè Starching ha scelto allplan

Starching SRL - ALLPLAN Case History

L’adozione di Allplan come software BIM all’interno di Starching risale al 2006, con ricadute positive sulla gestione del teamwork, ella pianificazione del lavoro e del coordinamento fra discipline specifiche afferenti il progetto di architettura.

Lo stimolo all’uso di Allplan all’interno del lavoro della società è stata la volontà di risolvere tridimensionalmente in fase esecutiva dei punti-chiave del progetto architettonico quando geometricamente complesso. La società, inoltre, sta investendo molto sullo sviluppo interno di know-how e competenze specifiche legate all’uso del software, arrivando a personalizzazioni di macro e stili per trasmettere la propria immagine attraverso le emissioni grafiche da Allplan; molta attenzione viene data in fase di formazione dei membri del team, alla standardizzazione dei procedimenti operativi del gruppo di lavoro ed all’ottimizzazione di tempi e modi di lavorazione.

Il principale vantaggio che dall’uso di Allplan la Starching ha tratto in termini di tempi di consegna è da imputarsi all’ingente risparmio di energie e risorse in fase di cantiere, dal momento che la fase esecutiva sviluppata attraverso la metodologia BIM risulta esaustiva ed approfondita al punto tale da non giustificare poi da parte del General Contractor varianti legate a scarsa comprensione delle  lavorazioni.

I veri punti di forza nell’uso che oggi Starching fa di Allplan stanno nel serrato controllo della qualità e nella verifica incrociata delle varie fasi della progettazione (preliminare, definitiva ed esecutiva) e dei relativi documenti, grazie alla metodologia BIM.