Nella sua lettera a Federcostruzioni il Ministro Danilo Toninelli è intervenuto sul tema del BIM,  sostenendone il ruolo centrale nello sviluppo delle Costruzioni “il Building information modelling, può far fare un salto di qualità agli appalti pubblici. Si possono ridurre drasticamente i tempi di progettazione e i costi di costruzione, ottimizzando la gestione delle infrastrutture realizzate. Ecco perché lavorerò duramente alla diffusione della digitalizzazione nel settore delle costruzioni”. Ma il Ministro è intervenuto anche su un aspetto molto importante in relazione al BIM: gli standard da adottare. Ecco quanto ha scritto: “La possibilità di lavorare su un principio di apertura come “Open BIM” rappresenta un vantaggio irrinunciabile, ora si tratta di spingere sull’acceleratore per rendere il prima possibile operativa una piattaforma digitale di gestione del BIM e degli oggetti BIM. Il mio ministero sosterrà il ruolo dell’Italia nella realizzazione della piattaforma europea, ma è altrettanto fondamentale aiutare le amministrazioni pubbliche, le stazioni appaltanti a progettare in BIM, una sfida tanto difficile quanto irrinunciabile”.


Tali dichiarazioni  sono state riprese e argomentate dall’Ing. Paolo Odorizzi, il quale ha espresso il suo punto di vista in merito al perché orientarsi verso lo scenario dell’OpenBIM.

Leggi l’articolo per intero

Fonte: Ingenio